lunedì 26 agosto 2013

et scisso velo

by guido monte

questa è l’epoca di un materialistico capitalismo selvaggio che tende a estinguere poesia, letteratura, scienze umanistiche, fino a cancellarle del tutto; eppure se ne sente ancor di più la nostalgia, ora che sono solo quasi un residuo del passato…

dentro un fiume sotterraneo, fiume che va al mare…
sopra, un cielo di stelle chiuse, infinite volte chiuse a noi umani, e io diminuisco, mi disperdo, nel sonno della mente che è come profondità marine

seneca decide di navigare anche con la vela strappata et scisso velo

se tutto ciò che accade “deve” accadere, non c’è più motivo di preoccuparsi: tutto è grazia.

sintetizzare in pochi versi lunghi libri

nasce una vita, inizia un libro da scrivere. uno spazio per il possibile, di fronte all’albero della conoscenza, e alla “pazzia” del fatto che un giorno si diventerà vecchi…

1 commento:

  1. Sensibile, profondo, leggerissimo...grande come sempre.
    Enzo

    RispondiElimina

Questo blog consente a chiunque di lasciare commenti. Si invitano però gli autori a lasciare commenti firmati.
Grazie